Berlino senza glutine

Una mappa dei locali "glutenfrei" e dei luoghi da non perdere

di Andrea

Innovazione e infrastrutture si integrano alla perfezione con storia e cultura. Creatività e design attirano i giovani da tutta Europa: benvenuti a Berlino. Un’officina d’idee, sperimentazioni e tendenze: niente a che vedere con la città austera e “fredda” che alcuni – ahimè – descrivono. Anche se non siamo ai livelli della Spagna, vi segnalo alcuni indirizzi utili per mangiare fuori. Con la speranza che il glutenfrei non sia un “muro” e possa coinvolgere un numero crescente di esercenti.

berlino senza glutine

AUGUSTINER AM GENDARMENMARKT  Charlottenstrasse, 55 – www.augustiner-braeu-berlin.de
Le opzioni glutenfree non sono vastissime; consigliato se si è di fretta o non si è particolarmente affamati.

BIERLINIE – Schliemanstrasse, 2 – www.bierlinie-shop.de
In cerca di birra? Uno shop dove potrai trovare qualcosa di interessante..

BIO BERLIN Prenzlauler Allee, 229 – www.bio-berlin.com
Aggirandoti tra gli scaffali troverai prodotti utili per la prima colazione o la merenda.

BIO EIS VOH – Bundesallee, 118 – www.glutenfrei-berlin.com 
Il paradiso dei golosi: torte eccezionali, sandwich e delizie di ogni tipo. Chi visita Berlino in primavera o in estate si prenda del tempo: sedersi all’esterno e fare uno spuntino è davvero piacevole.

BLOCK HOUSE – varie sedi – www.block-house.de
Debole (e tenera) è la carne: qui regna incontrastata e accompagnata da zuppe e contorni (forse a volte un po’ monotoni).

BURGERIE – Schönhauser Allee, 50 – www.burgerie.com
Propongono hamburger anche con pane glutenfree. Se fate presente che la dieta senza glutine è una necessità e non un vezzo, saranno particolarmente scrupolosi.

CAFFE’ E GELATO – Postdamer Platz (Centro Commerciale Arkaden) – www.caffe-e-gelato.de 
Trovare un tavolo è stata un’impresa ma le attenzioni verso il “senza glutine” hanno ripagato l’attesa. Sempre meglio ricordare al personale che vanno evitate cialde, biscotti e praline e di prelevare il gelato ponendo attenzione alle contaminazioni.

CHA CHA BERLIN  – Friedrichstrasse, 63 –  www.eatchacha.com/de/home.html
Cucina asiatica in un ambiente rilassante: buon cibo a prezzi onesti.

CIELO DI BERLINO – Monumentenstraße, 31
Una pizza abbastanza deludente, ma i gusti sono soggettivi. Fatemi sapere il vostro parere..

CREPERIE SUZETTE  Pappelallee, 15 – www.suzetteberlin.de
Tradizioni bretoni in terra tedesca: pensavate di mangiare solo patate e wurstel?

DEAN AND DAVID – varie sedi – www.deananddavid.de
Menù abbastanza scarso, occorre concentrarsi su insalate e succhi di frutta.

EAT PERFORMANCE  www.eat-performance.com
Patiti degli acquisti online? Shopping facile e consegna rapida!

EDEKA – varie sedi – www.edeka.de/homepage.jsp
Catena di supermercati con corner abbastanza forniti

FUNK YOU – Budapester Strasse, 46
L’allegria dei colori della frutta, centrifughe di verdure, piatti preparati al momento e spuntini per tutti.. Glutenfree, vegan e bio: quando il “senza” non esclude gusto e aspetto. Assaggia i brownies cioccolato e cocco.

HARD ROCK CAFE’ – Kurfürstendamm, 224 – www.hardrock.com/cafes/berlin
Un’esperienza piacevole: un menu dedicato, personale preparato e piatti gustosi.

JUTE BACKEREI – Schönhauser Allee, 52 – www.jute-bäckerei.de
Pane al pane, importante che sia senza glutine. Baguette, classico o con semi? Ce n’è per tutti i gusti ! Se l’idea ti va, la domenica ti attende una piacevole colazione! 

KAUFLAND –  varie sedi – www.kaufland.de
Per approvVigionarsi (a buon prezzo) in vista della merenda o se dovete cucinare a casa.

KARTOFFELHAUSE 1 – Postrasse, 5 – kartoffelhausno1-berlin1.de 
Illustrate al personale di sala le vostre necessità e sarete accontentati. Deliziose patate, ottima carne ma attenzione alle salse.

MAREDO – varie sedi – www.maredo.de
Un menù dedicato in questa popolare steak-house (attenzione: chiedete sempre conferma che il piatto servito sia “glutenfrei”, ho riscontrato parecchi errori)

NANOOSH – Mohrenstrasse, 50 – www.nanoosh-germany.de
Il personale è cortese: molti piatti sono glutenfree ma rimarcate l’importanza dell’assenza di contaminazione.

NO GLUTEN – Hasenheide, 49 – www.no-gluten.de
Un nome, un programma. Benvenuto! Non esitare a chiedere l’opzione senza lattosio.

PRINCESSE CHEESECAKE – Tuckolskystrasse, 37 – www.princess-cheesecake.de
Una fetta di torta non si nega a nessuno. Consiglio una telefonata per accertarsi che la cucina abbia sfornato dolci glutenfree freschi di giornata.           

REWE – Postdamer Platz Arkaden – www.marktsuche.rewe.de
Si entra per curiosare e si scopre un corner glutenfree ben fornito. 

ROSSMANN  varie sedi – www.rossmann.de/einkaufsportal  
Barrette di sesamo, snack, biscotti e prodotti per la colazione: questo è ciò che ho avvistato aggirandomi tra gli scaffali

SIMELA – Kantstrasse 146 – www.simela.de
Personale simpatico, pizza mediocre. Ma si sa, de gustibus. 

VITALIA REFORMHAUS – varie filiali – www.vitalia-reformhaus.de
Prodotti noti al consumatore italiano ma anche brand emergenti. Il luogo di riferimento quando si è alla ricerca di prodotti glutenfree, bio o alimenti per intolleranze varie.

Nota bene
La ristorazione è un settore in continua evoluzione: vi è un rapido turnover di personale nonché cambiamenti di menu e organizzazione della cucina.
E’ SEMPRE opportuno contattare i responsabili del locale 
1) per chiedere conferma della preparazione di portate gluten free adatte ai celiaci
2) in merito a possibilità di eventuali contaminazioni
3) per sapere gli orari di attività
4) per sapere se è necessaria la prenotazione
In alcune catene, solo alcuni esercizi forniscono cucina senza  glutine.

12 LUOGHI DA NON PERDERE A BERLINO

ALEKSANDER PLATZ
Icona di Berlino, è una grande piazza intitolata all’imperatore russo Alessandro I. Sebbene sia il cuore pulsante della città (un crocevia di passanti, ambulanti e artisti di strada) non la paragonerei ad altre piazze europee. Vale comunque la visita. E per ammirare la città dall’alto, salite sulla Torre della Televisione.

CASTELLO DI CHARLOTTENBURG
Un’affascinante residenza reale dove potrai ammirare straordinarie opere d’arte.

CHECK POINT CHARLIE
L’ex posto di blocco è ora richiamo per turisti e curiosi che scattano fotografie con comparse vestite a tema. Tra oggettistica, Tshirt e souvenir non dimenticate di visitare il Mauermuseum (in Friedrichstraße 43-45), dove si raccontano gli anni della Guerra Fredda.

DUOMO DI BERLINO
Consiglio la salita alla galleria panoramica, per godere di una splendida vista del Mitte (il quartiere centrale della capitale). Molto interessante il tour e – se riuscite – prenotate i biglietti per assistere ad un concerto.

GENDARMENMARKT
La storica piazza dove si affacciano le Chiese Gemelle: ampia, armonica e brulicante di vita. Tra le due Chiese ospita la Konzerthaus. A mio parere molto più bella di Aleksanderplatz .

HAUS DER KULTUREN DER WELT
La Casa delle Culture: un centro congressi/forum destinato a eventi, spettacoli e meeting. Non passa inosservata la sua particolarità architettonica. L’area circostante è ideale da visitare in bicicletta.

ISOLA DEI MUSEI
In prossimità del parco Lustgarten e del Duomo hai solo l’imbarazzo della scelta, è la zona in cui sorge un importante patrimonio culturale: Altes Museum, Neues Museum, Alte Nationalgalerie, Kaiser-Friedrich Museum e Pergamonmuseum. 

MERCATO TURCO
Folcloristico, conveniente e particolarmente animato: il martedì ed il venerdì nel quartiere di Neukoll si respira aria d’Oriente. Per curiosare o per acquistare deliziosa frutta, soprattutto esotica.

MURO DI BERLINO
Simbolo della divisione tra Est e Ovest, rimane un must-see per chi visita la capitale. Non lontano dal fiume Sprea, la East Side Gallery è la galleria d’arte all’aria aperta più grande del mondo: artisti provenienti da ogni parte del globo hanno apportato il loro contributo con meravigliosi graffiti. In una giornata soleggiata, il luogo ideale per passeggiare sgranocchiando gli snack Nutrifree, ammirando bellissime opere d’arte.

PORTA DI BRANDEBURGO
Un gioiello dell’architettura neoclassica: il simbolo della città merita di essere visto la notte, quando le luci ne risaltano eleganza e splendore.

POSTDAMER PLAZT
Imponenti edifici, facciate a vetro, il Sony Center ed ampi spazi commerciali: lasciati sorprendere dalla “nuova Berlino”. Ai più piccoli (e non solo) consiglio la visita del museo Lego.

REICHSTAG
Un grande intervento di restaurazione guidato dal famoso Normann Foster ha rafforzato l’importanza di questo edificio nella storia della capitale. Conosciuto soprattutto per la sua cupola di vetro, merita una visita (su prenotazione).

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti anche

santiago de compostela

Tapas e tappe (gluten free) del cammino di Santiago – PARTE II

Prosegue il mio tour verso Santiago: dopo la I° parte trascorsa tra le città di Astorga, Burgos, León e Logroño, ecco altre informazioni e curiosità per gli amici di Nutriblog. ll percorso è lungo ma paesaggi, cittadine, persone conosciute e indimenticabili tramonti lo rendono unico e speciale. In fondo, GLUTENFREE...

Leggi
cammino di santiago

Tapas e tappe (gluten free) del Cammino di Santiago – PARTE I

Per ritrovare se’ stessi, per mettersi alla prova, per motivi religiosi o per ammirare paesaggi straordinari: sono molte le ragioni per intraprendere questo percorso. Chi scrive non è un pellegrino ma ha visitato le città spagnole e i luoghi più significativi, incontrando persone e lodando il coraggio degli intrepidi camminatori. Ecco...

Leggi
barcellona senza glutine preview

Capodanno senza glutine a Barcellona

Nutriblog atterra a Barcellona: per un week end di divertimento o un capodanno col botto, per ammirare edifici di straordinaria bellezza o per passeggiare piacevolmente lungo la Rambla. Giovane, vivace e sempre in movimento: distinguere il limite tra giorno e notte – dove moderno e storico convivono alla perfezione...

Leggi

Chi scrive

Andrea Colombo

Andrea

Food Reporter

Accedi alla scheda
autore

Le Blogger

Food Blogger

Accedi alla scheda
Marina-ottaviani—nutriblog

Marina Ottaviani

Nutrizionista

Accedi alla scheda

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle nostre buone novità senza glutine.

Privacy:

La parola del momento

#Portamiconte