Ponte dell’Immacolata gluten free a Firenze e dintorni

di Andrea

Ponte dell’immacolata in Toscana tra borghi antichi, città d’arte e paesaggi da cartolina. Luoghi meravigliosi dove trascorrere questi giorni di festa tra cultura, shopping natalizio (solo quanto basta) e buona cucina…rigorosamente gluten free.  

Ecco i miei suggerimenti per chi visita Firenze, Lucca, Siena, Pisa e Pistoia!

ponte immacolata senza glutine firenze

Firenze

BIOVEGGY – via Erbosa, 12/r – www.bioveggy.it
Vegano e gluten free: a tavola e sui banchi, perché qui si tengono anche corsi di cucina. Non perdetevi l’apericena.

CIRO & SONS –  Via del Giglio, 28/r – www.ciroandsons.com
Classica o versione Ciro and sons? A voi la scelta…..quando pizza è tradizione!

DA TITO I PECCATI DI GOLA – Via Baracca, 149 – www.datitoipeccatidigola.it
Passione per la pizza ma anche coccoli, crostini, polenta fritta e pasta. Accetta l’invito e corri da Tito.

ÉTÉ BISTRO’ – via Faenza, 55/r
Interessanti scoperte nel capoluogo toscano.

HOSTARIA IL DESCO – via delle Terme 23/r – www.hostariaildesco.com
Menu della tradizione toscana senza glutine con prodotti di stagione.

LA COCOTTE – Via Gioberti, 91 – www.lacocotte.
Cucina bio e tante prelibatezze per sentirsi un po’ a casa.

LA CUCINA DEL GARGA – via S. Zanobi, 33 – www.garga.it
Passione, amore e tradizione in cucina: non resta che accomodarsi…

LA LUNA – via Gioberti 93/r – www.pizzerialaluna.it
Dall’antipasto al dolce, chi segue un regime dietetico glutenfree è benvenuto. Disponibile anche pizza.

MISO DI RISO – Borgo degli Albizi, 54 – www.misodiriso.it
Giardino, salotto, bistrò: il resto scoprilo tu, meglio in compagnia. Zuppa di miso, polpette di lenticchie e tantissime specialità vegetariane e vegane. La salute vien mangiando.

MISTER PIZZA – P.zza del Duomo, 5 – www.misterpizzafirenze.it
Nel cuore di Firenze la tua pizza del cuore: con salsiccia, capricciosa, maialona o tartufata?

QUINOA – Vicolo Santa Maria Maggiore, 1 – www.ristorantequinoa.it
Originale e di qualità il menu proposto in questa location da favola. Da non perdere: il brunch domenicale.

STARBENE GOLD –  Via de’ Neri 13/r – www.starbenesenzaglutine.it
Rosette con mortadella o schiacciatine di grano saraceno? Il fresco per eccellenza: buona merenda!

STARBENE – via Fra’ Bartolomeo 209 (PRATO – FI) – www.starbenesenzaglutine.it            
E’ qui che ogni giorno nascono idee che si trasformano in gustose prelibatezze.

TRATTORIA DA GARIBARDI – P.zza Mercato Centrale 38/r – www.garibardi.it
Nei pressi del mercato di S. Lorenzo, cucina tipica toscana in ambiente familiare.

Lucca

AMMODONOSTRO – via della Fratta, 22                                
Piatti del giorno, menu degustazione ed ottimi vini: sapori toscani a tavola.

BUCA di S. ANTONIO – via Cervia, 3 – www.bucadisantantonio.com
Prodotti freschi del territorio combinati ad arte per soddisfare anche esigenti palati.

EL PASO – via per Camaiore, 679 Monte San Quirico – LU    www.pizzeria-elpaso.it
Trattoria con prodotti locali e pizza: chi più ne ha più ne metta.

FELICE – via Buonamici, 352 – www.pizzeriafelice.it
Pizza e amici per una serata…felice.

FRANGIPANE – Via Diaz, 115 – www.ristorantefrangipane.it
Ambiente semplice e rilassante dove l’esperienza di una famiglia è al servizio dei celiaci: piatti tipici, pizza e focaccia.

GIGLIO – Piazza del Giglio, 2 – www.ristorantegiglio.com
Ambiente elegante e cucina di classe

GLI ORTI di VIA ELISA – Via Elisa, 17 – www.ristorantegliorti.it
Cavolo riccio, fagiolo di San Ginese e porcini della Garfagnana: cosa preparerà oggi lo chef? Creatività e buon gusto per accontentare tutti

MARA MEO – P.zza S. Francesco, 17 – www.marameo-lucca.it
Informale a prezzi non esagerati: per trascorrere piacevoli momenti con gli amici

Siena

STARBENE – Viale Don Minzoni, 41 – www.starbenesenzaglutine.it
Simpatia e cordialità sono di casa, ma il  pezzo forte è il banco: prelibatezze dolci o salate? Ardua scelta. I cantucci e i ricciarelli artigianali li trovi qui.

IL GALLO NERO – Via del Porrione, 65 – www.gallonero.it
Quando la tradizione non mente: tagliatelle all’anatra o penne con ragù alla chiantigiana?

IL GHIBELLINO – Via dei Pellegrini, 6
Qualità e servizio in una posizione da invidia: per gustare un’ottima fiorentina. 

Pisa

CAFFE’ VOLTAPAGINA –  via S. Martino 71/73 – www.caffeletterariovoltapagina.it
Un caffè letterario per trascorrere una pausa in tranquillità. I libri abbondano, il menu glutenfree non manca.

DA PEPPONE – Via Fiorentina, 461 – www.pizzeriadapepponepisa.it
Da Peppone le pizze sono proprio buone !

LA SCALETTA – Via Pietrasantina, 107 – www.ristorantelascalettapisa.com
Per una cena di classe, non distante da Piazza dei Miracoli.

LA PIZZA MAGICA – Via Vittorio Veneto, 3- www.lapizzamagica.altervista.org
Cecina, pizza e dolce: un tris perfetto prima di iniziare la visita della città.

MAIGRANO – Via S. Jacopo, 13 – www.maigrano.it
Una delizia per gli occhi e per il palato: mai grano ma sempre con gusto. I peccati di gola si compiono qui:   ne vedrete (e assaggerete) delle belle.

NIKA – Via Vittorio Veneto, 17
Una pizza con gli amici in un locale “alla mano”

Pistoia

FORNO della SALUTE – piazza L. da Vinci, 5 – www.fornodellasalute.it
Design ed eleganza in un meraviglioso locale, aperto anche la domenica mattina. No glutine, no olio di palma, no conservanti e additivi: tanti nemici sconfitti da gusto, tradizione e qualità. Da non perdere: la torta di carote!

I SALAIOLI – Piazza della Sala, 20 – www.isalaioli.it
Una bottega per buongustai nel cuore della città; disponibili anche panini imbottiti.

PAMY – via provinciale Lucchese 18 – Montecatini Terme (PT)
Pizza ed antipasti, su prenotazione anche primi piatti.

La ristorazione è un settore in continua evoluzione: vi è un rapido turnover di personale nonché cambiamenti di menu e organizzazione della cucina. E’ SEMPRE opportuno contattare i responsabili del locale per chiedere conferma della preparazione di portate glutenfree adatte ai celiaci (in considerazione delle possibili contaminazioni), degli orari di attività e se è necessario  prenotare. In alcune catene, solo alcuni esercizi forniscono cucina senza  glutine.

MERAVIGLIE ARTISTICHE DA NON PERDERE

FIRENZE

GLI UFFIZI DI FIRENZE  Antiche sculture, dipinti e capolavori conosciuti in tutto il mondo: una visita è obbligatoria. Tra itinerari alla scoperta dei Medici, capolavori di Botticelli e Leonardo il patrimonio custodito qui è notevole. Tra rassegne di spettacoli ed eventi è l’orgoglio della cultura italiana: ne uscirete meravigliati e per prendere una boccata d’aria dopo un’intera mattinata trascorsa nelle gallerie dirigetevi verso Ponte Vecchio o il Giardino di Boboli.

IL DUOMO E IL CAMPANILE DI GIOTTO  Santa Maria del Fiore, una delle cattedrali più belle che abbia mai visto: marmi di colore differente disposti in geometrie perfette rendono le pareti dell’edificio una maestosa opera d’arte. Forse – per questa straordinaria bellezza – uno dei simboli del Belpaese più conosciuti nel mondo? Non perdete la visita alla cupola del Brunelleschi o la salita al campanile: niente ascensore, tutta forza di gambe! Sarai ricompensato degustando piatti tipici nei locali che ti ho segnalato..

LA BASILICA DI SANTA CROCE A FIRENZE  affreschi ed altorilievi, tombe di illustri fiorentini ed una facciata in marmo policromo da osservare al tramonto. Una delle mie piazze preferite dove passeggiare con gli amici in tranquillità.

PONTE VECCHIO Pittoresco, romantico e unico: chiamarlo “passerella” è davvero riduttivo. Fiancheggiato da due lunghe file di botteghe, è il simbolo della città  e ne è parte integrante. Una passeggiata è obbligatoria: meglio la sera, quando le luci creano un’atmosfera davvero speciale.

LUCCA

LE MURA DI LUCCA Attualmente adibite a parco urbano, delimitano un meraviglioso centro storico: 4 km spesso descritti come un semplice “perimetro”, che rappresentano un importante reperto storico. Camminare (meglio fare jogging) lungo questo percorso è salute per il fisico e appagamento per gli occhi: ammirare i tetti cittadini di prima mattina quando la città si sveglia è un buon inizio di giornata.

TORRE GUINIGI – TORRE DELLE ORE Non nascondo una delle mie numerose passioni: vedere le città dall’alto. Impegnativa ma di gran soddisfazione la salita verso la cima di questo strategico punto di osservazione, dove la vista (inclusa quella delle montagne circostanti) è meravigliosa e l’aria d’autunno fresca ma piacevole.

PIAZZA DELL’ANFITEATRO  L’antica arena romana è oggi una piazza circondata da botteghe, ristorantini e case medioevali: centro della vita e simbolo della città – accessibile mediante quattro porte a volta  – è diventato un emblema, immancabile su cartoline e guide turistiche.

PISA

LA TORRE DI PISA Eccola svettare in piazza dei miracoli con un’inclinazione di quattro gradi: “la Torre che pende, che pende che mai verrà giù” con 8 piani e 7 campane è il campanile del Duomo della splendida Repubblica Marinara. Pronto a salire quasi trecento gradini?

PIAZZA DEI MIRACOLI Conosciuta in tutto il mondo – con il Battistero, il Duomo e il Camposanto – è il fulcro della città. Culla di indescrivibili meraviglie artistiche, ha un’atmosfera quasi magica la sera, quando la folla di turisti si allontana.

LUNGARNI Per i Pisani sono un luogo di aggregazione, per i  visitatori un lungo percorso dove  passeggiare. Chiese, palazzi, edifici storici e ponti che hanno incantato poeti ed artisti. Ammirate il riflesso dei lampioni sull’acqua: conferisce alla città un tocco di magia e, nelle ore piccole, anche di mistero.  

PISTOIA

DSC09118

                        Pistoia, Piazza della Sala

PIAZZA DELLA SALA Una piccola ma caratteristica piazza al cui centro trionfa il “pozzo del leoncino”. Antico centro degli affari e degli scambi, da qui partono numerose viuzze che ancora oggi mantengono il nome di un tempo: via degli Orafi, dei Fabbri, via del Lastrone ecc. Passa di qui alla sera: la piazza si trasforma in un punto di ritrovo grazie a locali e bar sorti negli ultimi anni.

DSC09013

                       Pistoia, Parco Collodi

PARCO COLLODI  Adulti e bambini pronti a rivivere la favola di Pinocchio: è da qui che scrivo parte di questo capitolo del Nutriblog (sgranocchiando i miei Frollini con Panna), poiché un po’ di fantasia e di immaginazione sono le migliori compagne di viaggio. Per vivere una favola e riscoprire valori, emozioni ed insegnamenti di cui – noi adulti – spesso ci dimentichiamo. Una Biblioteca virtuale, il Museo di Pinocchio, mostre temporanee, laboratori e giochi artistici: per incontrare “vecchi personaggi” di cui ti sei sicuramente dimenticato e visitare i bellissimi giardini Garzoni e la Casa delle farfalle.

MONTECATINI TERME Benessere, bellezza, rigenerazione e salute: ecco gli elementi da cercare negli stabilimenti termali di questa rinomata località. Trattamenti a base di acqua o fanghi, applicazioni di olii e massaggi ti permetteranno di recuperare il perfetto equilibrio tra benessere fisico e serenità, in una piccola ma ospitale città, dove ci si muove a piedi immergendosi nel verde. E per gli appassionati di storia e cultura, raggiungere Montecatini Alto con la funicolare è semplice: la bellissima città medioevale ti aspetta.

SIENA

PIAZZA DEL CAMPO  Il Campo, come lo chiamano i Senesi, è una meravigliosa piazza dalla forma a conchiglia verso cui convergono le vie della città. A mio avviso, uno splendido spazio dove sedersi ed ammirare la bellezza degli edifici che lo attorniano. Una geometria perfetta di merletti, laterizi e trifore, una storica fontana (fonte Gaia) e un evento conosciuto in tutto il mondo: il Palio (2 luglio e 16 agosto), storica competizione tra le contrade.

LA TORRE DEL MANGIA  Occorre un po’ di coraggio -se soffrite di vertigini- e un po’ di energia: tra ripidi scalini e spazi stretti conquisterete la vetta, dominare Piazza del Campo e i colli senesi è possibile. Il panorama che si ammira dalla Torre è meraviglioso.

IL DUOMO Se abitualmente è la facciata (o l’architettura) a colpire l’osservatore, qui è il pavimento – realizzato con la tecnica del graffito – a lasciarti senza parole. E per una visione a 360° sui tetti, attraverso la “Porta del cielo”  potrai sbirciare dentro e fuori la Cattedrale. Non perdere il panorama mozzafiato che si osserva dal “facciatone”.

 

Ti piace questo post?

Potrebbero interessarti anche

santiago de compostela

Tapas e tappe (gluten free) del cammino di Santiago – PARTE II

Prosegue il mio tour verso Santiago: dopo la I° parte trascorsa tra le città di Astorga, Burgos, León e Logroño, ecco altre informazioni e curiosità per gli amici di Nutriblog. ll percorso è lungo ma paesaggi, cittadine, persone conosciute e indimenticabili tramonti lo rendono unico e speciale. In fondo, GLUTENFREE...

Leggi
cammino di santiago

Tapas e tappe (gluten free) del Cammino di Santiago – PARTE I

Per ritrovare se’ stessi, per mettersi alla prova, per motivi religiosi o per ammirare paesaggi straordinari: sono molte le ragioni per intraprendere questo percorso. Chi scrive non è un pellegrino ma ha visitato le città spagnole e i luoghi più significativi, incontrando persone e lodando il coraggio degli intrepidi camminatori. Ecco...

Leggi
berlino senza glutine

Berlino senza glutine

Innovazione e infrastrutture si integrano alla perfezione con storia e cultura. Creatività e design attirano i giovani da tutta Europa: benvenuti a Berlino. Un’officina d’idee, sperimentazioni e tendenze: niente a che vedere con la città austera e “fredda” che alcuni – ahimè – descrivono. Anche se non siamo ai...

Leggi

Chi scrive

Andrea Colombo

Andrea

Food Reporter

Accedi alla scheda
autore

Le Blogger

Food Blogger

Accedi alla scheda
Marina-ottaviani—nutriblog

Marina Ottaviani

Nutrizionista

Accedi alla scheda

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle nostre buone novità senza glutine.

Privacy:

La parola del momento

#Portamiconte